Radio Silence: recensione



Titolo: Radio Silence

Autrice: Alice Oseman

Pagine: 432

Casa editrice: Oscar Mondadori

Data di pubblicazione: 12 Aprile 2022

Voto: 4/5








Benvenuti caffeinomani a questa nuova recensione! Oggi ci buttiamo di testa nel mondo creato da Alice Oseman, sfruttando la recente uscita di uno dei suoi romanzi, Radio Silence. Diciamocelo, siamo diventati tutti completamente matti per questa autrice dopo l'uscita di Heartstopper su Netflix (forse il miglior adattamento mai fatto dalla piattaforma).

Iniziamo subito, abbiamo tanto da parlare!



 
Sinossi

Frances Janvier è sempre stata una “macchina da studio” con un unico obiettivo: entrare in una università d’élite. E nulla la può fermare: né gli amici, né il segreto che nasconde, neppure la sua stessa personalità. Aled Last frequenta l’ultimo anno del liceo ma ricorda a tutti un bambino piccolo che ha perso la mamma al supermercato. È timido e prende sempre voti altissimi. Quando incontra Aled, Frances scopre una nuova libertà. Per la prima volta non ha paura di essere se stessa. Frances è una ragazza, Aled un ragazzo, e, come spesso succede, i due si innamorano e… No, in effetti non va così. Frances e Aled non si innamorano affatto: collaborano a un podcast.


E ottengono un inaspettato successo, che potrebbe però rivelarsi fatale per il loro rapporto. In un mondo che sembra determinato a imbrigliare le loro vite su binari già stabiliti, Frances e Aled lottano per superare le proprie paure e trovare la propria voce nel corso di un anno che cambierà le loro vite. Avranno il coraggio di mostrare a tutti chi sono veramente?


Radio Silence è un romanzo di formazione, con delle profonde tematiche che si pensano siano soltanto adolescenziali, ma che continua ad accumunare moltissimi adulti. Ne parleremo in maniera più approfondita nella prossima sezione. La trama, di per sé, non è particolarmente avvincente: non vediamo grandi scontri, avventure fantastiche e momenti epici. Eppure, nonostante le prime lentissime pagine, il libro ti cattura, ingarbugliandoti nel vortice di pensieri di Frances, la voce narrante, alla ricerca di sé stessi e degli altri.



 
Le tematiche

Come ogni libro e ogni opera di Oseman, le tematiche che vengono affrontate sono legate al mondo dell'amicizia, dell'amore, della comunità LGBTQ+, dell'identità, di cyberbullismo e di abusi genitoriali.

Insomma, quello che a prima vista sembrerebbe una delicata storia di adolescenza, si rivela intrinseca di tematiche difficili, non solo sia per il lettore, ma specialmente per l'autrice.


Il tema principale di questo libro è l'amicizia profonda che lega Frances e Aled, caratterizzata da una grande fiducia reciproca e comprensione. Ho davvero apprezzato questa rappresentazione di un sentimento che è così complesso e fraintendibile, specialmente tra ragazzi di sesso opposto. Leggere di questa amicizia è stato come sentirsi avvolti da una calda coperta, protetti dal freddo esterno. Il segreto è trovare qualcuno che ti ascolti davvero.



Altra tematica sviluppate nel libro, che ho trovato molto interessanti, è la paura di compiere un passo. Quante volte non ci è andata bene la nostra vita, il nostro percorso di studi, il nostro circolo di amici, in poche parole, quante volte siamo stati insoddisfatti?

Alice Oseman porta questi pensieri nel suo romanzo, riuscendo a creare delle situazioni in cui qualunque adolescente potrebbe identificarsi: spesso i personaggi si chiudono in sé stessi, terrorizzati di parlare di queste problematiche. Capiranno, infine, che esplicitare i propri pensieri è più sano e meno doloroso.


Ultimo tema di cui vorrei parlarvi è l' identità nascosta. Tutti i personaggi, in diverse modalità, mostrano sempre una maschera agli altri, per paura o per abitudine. Una volta che assumiamo un ruolo, è difficile scrollarselo di dosso: è più facile nascondersi dietro una etichetta, che convincerci e convincere tutti che non siamo soltanto ciò che mostriamo . Torniamo quindi al punto di prima, la paura di fare un passo.

Questo tema mi ha toccato particolarmente, essendo molto vicino alla mia storia personale.


Come potete evincere, sono tutte tematiche comuni a quella che possiamo definire "generazione Z", e che in certo senso la definiscono. Non vuol dire che non siano comprensibili e apprezzabili anche da chi non appartiene a questa generazione, ma sicuramente è Radio Silence è un libro che risuona maggiormente in un ragazzo più giovane.


 

Il mondo della Oseman


Radio Silence è uno spin-off della più famosa saga della Oseman, Heartstopper. Io la lessi su Webtoon (qui il link: https://www.webtoons.com/en/challenge/heartstopper/list?title_no=329660&page=1) ormai ben un anno fa, e mi catturò subito per i suoi semplicissimi disegni e le emozioni che trasmettono. Spesso le cose più semplici sono le più difficili da realizzare, e la Oseman ce lo dimostra chiaramente.


Il mondo di Heartstopper riprende molto le tematiche di cui abbiamo parlato prima, ma non solo: si parla di problemi di alimentazione, bullismo, familiari e, insomma, problemi in generale.


Sicuramente il tema principale è l'inclusività, soprattutto nei confronti della comunità LGBTQ+. Ognuno dei personaggi vive la propria sessualità in maniera completa e realistica, passando dal dubbio, andando per paura e arrivando alla accettazione di sé.


Alice Oseman riesce a farci sentire accettati, accolti in questo abbraccio fatto di parole, di punteggiatura e di disegni.


 

In conclusione!


Se avessi scopeto il mondo della Oseman da più piccola, sarei impazzita di gioia. Cercate di capire, anche asolo 10 anni fa, era davvero difficile trovare un prodotto editoriale di grande successo dove ci fosse una tale inclusività. Nel momento in cui hai bisogno di identificarsi, trovare dei personaggi che hanno le tue stesse preferenze sessuali o la tua stessa confusione, è molto confortante.

Sono molto contenta che tutto il mondo di Heartstopper stia spopolando così tanto nelle librerie. Il mondo aveva bisogno di dolcezza, in questo momento.

 

Per oggi è tutto, potete leggere le recensioni del nostro blog qui insieme a tutte le opinioni non richieste dei libri che leggiamo.

Alla prossima!



0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti