Recensione I Figli del Marchio di Federica Caglioni



Titolo: I figli del marchio. La rivelazione

Autrice: Federica Caglioni

Casa editrice: Self publishing

Genere: Epic fantasy

Serie: I figli del marchio #1

Pubblicazione: novembre 2021

Formato: cartaceo e digitale

Pagine: 260








Buon pomeriggio caffeinomani! Qui Giulia per presentarvi la prima collaborazione dell'anno, anche se in ritardo di un mesetto oramai e di questo mi scuso tantissimo con l'autrice: Federica Caglioni, autrice di I figli del marchio. La rivelazione. Oltre a scusarmi la ringrazio per la proposta e la fiducia nell'affidarmi il suo libro per leggerlo e parlarne poi con voi. E quindi cosa aspettiamo?



 

Trama


Gli Occhi di Brace distruggono ogni cosa.


Lei è una Occhi di Brace.


E il suo destino è distruggere il mondo.


Il consiglio della nazione le ha assegnato un maestro e ora Kesey deve abbandonare l’accademia di Cedria. Ma il viaggio che l’attende è ricco di pericoli e incognite, a iniziare dalla possibilità di non trovare mai l’uomo che dovrebbe trasformare lei, una manipolatrice del Fuoco, in un maestro manipolatore.


Perché Kail Valerian è un fantasma, introvabile e sfuggente. Nessuno degli allievi che gli sono stati assegnati ha mai portato a termine il proprio apprendistato. Tutti hanno fallito, tornando alla vita prima dell’accademia. Kesey non può permettere che accada anche a lei, troppe vite dipendono dall’esito della sua missione, e da sola intraprende il cammino che la porterà ad attraversare la nazione alla ricerca di Valerian.


In un regno dove la percezione di Acqua, Terra, Fuoco e Aria è ciò che definisce la vita umana, gli Occhi di Brace di Kesey sono un dono raro e imprevedibile, che, insieme alle sue origini, la metteranno di fronte alla crudeltà della nazione e delle sue rigide tradizioni.


Il suo passato e quello di Valerian si intrecceranno. Il loro futuro scuoterà le fondamenta del loro mondo e lo condurrà verso la propria fine


 



Personaggi


Kesey è una manipolatrice del fuoco determinata a diventare Maestro e liberare la sua famiglia. Il suo carattere è frutto di anni di sopportazione a umiliazioni continue e solo è diversa dagli altri manipolatori e proprio per questo temibile.

Kesey sa bene ciò che vuole e nonostante gli ostacoli messi sulla sua strada non si arrende davanti a niente.

Non ha tempo per affezionarsi a qualcuno o per assaporare la vita e lei stessa teme il suo potere, grande e ingestibile, potenzialmente devastante.


Kail è un Maestro, ma si è isolato in un mondo tutto suo, fatto di vuoti ed enigmi, pazzia e vendetta. Giovane, ma potente, è un manipolatore dell'Acqua, ma ha qualcosa in più, di particolare, che lo accomuna a Kesey.

Un ragazzo spezzato e che ha fatto della vendetta la sua ragione di vita, pronto a lasciarsi andare quando il suo scopo sembra ormai raggiunto.


 


Particolarità


Federica Caglioni ha uno stile fluido, descrive scene dettagliate senza però allontanarsi troppo dalla storia e riesce a farti empatizzare con Kasey.

Cosa nient’affatto scontata.

Il mondo che ha creato è affascinante, ovviamente si notano le contaminazioni delle sue letture, ma come è giusto che sia.

Ciononostante è indubbio che sia il suo mondo, la sua storia.

I personaggi sono davvero interessanti e attraverso gli occhi di Kasey l’autrice mostra ciò che succede e chi la circonda.


Il libro, tra l'altro, si apre con uno dei miei topos letterari preferiti: il viaggio. Non è raro trovare i nostri protagonisti che si mettono in viaggio alla ricerca di un qualcosa che cambierà la loro vita. Questo caso non è diverso, Kasey si mette in viaggio per cercare il suo maestro, per completare il suo addestramento e riscattarsi dal suo passato. Il viaggio è un qualcosa che cambia sempre le nostre vite, anche come esseri umani, a tutti è capitato di partire in un modo e di tornare cambiati, in qualche modo, no?

 



La mia personalissima opinione


Inizio molto promettente, mi ha fatto venire voglia di cosa succederà in seguito e, soprattutto, non mi sta antipatica la protagonista, cosa che accade molto spesso ahimè.

Mano a mano che la lettura prosegue si scoprono sempre più pezzetti di un puzzle che alla fine mette in scena il pezzo importante e che crea una forte aspettativa.


Si parla di vendetta, ma anche di riscatto.

Ci sono sentimenti che possono solo nascere spontaneamente, nonostante tutto, nonostante la devastazione.

Devo ammettere non mi aspettavo un inizio così avvincente, dato che di solito trovo sempre abbastanza noiosi i primi libri delle saghe.

Ho gusti difficili, si, lo so, perdonatemi.



 

L'autrice


Traduttrice. Scrittrice. Blogger. E tanto ancora. Vive con la testa e il cuore nei libri che legge e nelle

storie che scrive. I Figli del Marchio – La Rivelazione è il primo volume di una nuova dilogia epic fantasy

ma tra le sue pubblicazione ci sono il romanzo breve La mia promessa e i primi due volumi della serie

fantasy La Trilogia dell’Apocalisse.



 

Conclusioni


I figli del Marchio è un romanzo adatto a chi ama i fantasy epici, in cui grandi poteri nelle mani di alcuni eletti sono in grado di devastare il mondo oppure salvarlo, e La Rivelazione è solo l'inizio di una storia che promette di regalare colpi di scena, azione e passione.








10 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti