Recensione- Il principe crudele


Titolo: Il principe crudele

Autrice: Holly Black

Casa editrice: Mondadori

Data di pubblicazione: 25 Settembre 2018

Pagine: 313 pp

Voto: 3/5






 

Benvenuti caffeinomani a questa nuova recensione!

Oggi vorrei parlarvi del primo libro della saga The Folks of The Heir, Il principe crudele. Le mie impressioni saranno solo alla fine dell'analisi, in modo da non coinvolgervi in nessun modo.

Dunque, mi piacerebbe analizzare questo con voi:

Benissimo, iniziamo!

 
SINOSSI

Credevo di dover essere buona e seguire le regole. Ma adesso ne ho abbastanza di fare la debole. Di fare la buona. Penso di voler diventare qualcosa di diverso.

Jude era solo una bimba quando i suoi genitori furono brutalmente assassinati. Fu allora che sia lei che le sue sorelle vennero rapite e condotte nel profondo della foresta, nel mondo magico. Dieci anni dopo, l’orrore e i ricordi di quel giorno lontano e terribile ormai sfocati, Jude, ora diciassettenne, è stanca di essere maltrattata da tutti e soprattutto vuole sentirsi finalmente parte del luogo in cui è cresciuta, poco importa se non le scorre nemmeno una goccia di sangue magico nelle vene. Ma le creature che le stanno intorno disprezzano gli umani. E in particolare li disprezza il principe Cardan, il figlio più giovane e crudele del Sommo Re. Per ottenere un posto a corte, perciò, Jude sarà costretta a scontrarsi proprio con lui, e nel farlo, a mano a mano che si ritroverà invischiata negli intrighi e negli inganni di palazzo, scoprirà la sua propensione naturale per l’inganno e gli spargimenti di sangue. Quando però si affaccia all’orizzonte il pericolo di una guerra civile che potrebbe far sprofondare la corte in una spirale di violenza, Jude non ha esitazioni. Per salvare il mondo in cui vive è pronta a rischiare il tutto per tutto.


Di certo è una trama molto interessante, anche se all'interno del libro ho trovato un paio di momenti di troppa calma, specialmente all'inizio. Non fatevi intimorire, però, il libro riesce a riprendersi benissimo e tiene il lettore incollato alle sue pagine.

E' come se il libro fosse diviso in due parti, molto ben distinte tra di loro. Se si fosse riuscito a creare una sorta di crescendo tra le due parti, sarebbe stato molto più di effetto.

Nonostante questo, non si crea nel lettore alcun tipo di "fretta", anzi. L'autrice è stata molto brava nel spiegare tutte le mosse dei suoi personaggi, in modo che il lettore non abbia alcun tipo di difficoltà nel seguire gli intrighi di corte, trama portante del libro.


 
PERSONAGGI

Jude Duarte

Protagonista di questo libro, e anche di tutta la saga, è lei a fornirci il punto di vista della intera vicenda.

Conosciamo profondamente i pensieri di Jude, quindi sappiamo con esattezza quali saranno le prossime mosse della protagonista e quali sono le motivazioni che la spingono a determinate scelte.

Jude ha un carattere estremamente introverso, che ci ricorda molto di quello Katniss Everdeen (volenti o nolenti, lei è una delle protagoniste che ha cambiato radicalmente l'eroine fantasy).

Se dovessi descrivere Jude con un aggettivo sarebbe ostinata. Ogni cosa che compie questo personaggio, ogni sua sconfitta e vittoria, è completamente data da una sua scelta, giusta o sbagliata che sia.

Vi devo confessare che mi sono avvicinata a Jude molto più che alla sua controparte maschile, Cardan. Sarà che mi piacciano queste nuove narrazioni femminili, dove finalmente si riesce a raccontare di una assassina donna, senza cadere in facili clichè. Cardan Greenbriar Principe di Eflhame, il più giovane dei figli del re Eldred, Cardan ci viene subito introdotto come crudele, manipolativo, sadico ed irriverente. Una caratteristica, che stona abbastanza con lo stereotipo del principe, è che Cardan fa davvero pena con la spada. I suoi talenti sono il fascino e la sua grande arguzia; non sappiamo praticamente nulla dei suoi pensieri, seguendo quelli di Jude. E', ovviamente, un Fae e come tale trascorre le giornate a scuola a seviziare le due sorelle Duarte insieme al suo stretto gruppo odi amici, formato da Nicasia, Locke e Valerian, che avranno un peso notevole all'interno della trama.

Nel primo libro, il personaggio di Cardan risulta un po' debole rispetto a quello di Jude, che cattura completamente la pagina, specialmente nella prima parte del romanzo, dove ci viene descritto come il "bullo" della situazione. Allontanandoci da questi infantili giochi, troviamo un Cardan estremamente interessante, molto sfaccettato e sempre diverso.


 
AMBIENTAZIONE

Il vero punto di questa ambientazione è che è piccola. E' davvero difficile perdersi nel racconto e l'autrice non ha dovuto sforzarsi di descrive nei minimi dettagli ogni spostamento. E' plausibile, per esempio, che le sorelle Duarte si recano a scuola a piedi, perché le distane non sono intramontabili.

Questa è la prova che spesso è meglio non esagerare, ma concentrarsi su pochi dettagli chiari.

Inoltre sapete la mia grande passione per le mappe, e questa aiuta tanto nella lettura.

Per quanto riguarda gli ambienti interni, siamo in un mondo dove la natura regna sovrana, anche nelle costruzioni. Ci viene raccontato, per esempio, con grande accuratezza il trono del re di Elfhame, che racchiude radici e foglie al suo interno.

Una particolarità che ho trovato molto interessante è la contrapposizione con il "mondo umano", in cui si recano spesso le sorelle, spinte principalmente dalla maggiore.

Se il mondo degli elfi è pericoloso, caotico, pieno di vegetazione, selvaggio, quello degli umani è esageratamente il suo opposto. In questo ci ho visto una denuncia latente dell'autrice sulla custodia naturalistica degli spazi urbani.


 
CONCLUSIONE

Il principe crudele fa sempre parte del booktok ed si vede tanto dal testo. Nonostante questo, l'ho trovata una lettura molto intrigante, se vista nel complessivo della saga intera. Se vi piacciono le trame di corte e i sotterfugi, i tradimenti e gli indovinelli, sicuramente vi piacerà questa saga. La domanda che più mi sono per tutta la durata del libro è "e mo come li frega?". Io sono una grande appassionata di queste trame, e mi sono divertita molto a leggerlo.

Se avrete la pazienza di leggere tutta la saga, ovviamente a cuor leggero, la troverete sicuramente gradevole.

 

Per oggi è tutto, potete leggere le recensioni del nostro blog qui insieme a tutte le opinioni non richieste dei libri che leggiamo.

Alla prossima!












6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti